02/08/2018
Attività nazionali
Bologna

Partecipazione alla commemorazione del 38' anniversario della strage di Bologna

Il Presidente della Camera Roberto Fico ha partecipato alla commemorazione del 38° Anniversario della Strage alla Stazione di Bologna prendendo parte al corteo e intervenendo in piazza Medaglie d'Oro. Successivamente ha deposto una corona sulla targa che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti deceduto nella strage del treno Italicus.

"Lo Stato ha il dovere di perseguire ogni verità - ha dichiarato il Presidente - Il mio pensiero oggi va ai familiari delle vittime che in questi anni sono stati per tutti noi un esempio di coraggio, caparbietà e coscienza civile. Lo Stato può dirsi Stato perché è rappresentato da persone come loro che hanno cercato la verità e la giustizia senza sosta. E per questo non smetterò mai di ringraziarli. Uno Stato che non cerca fino in fondo la verità sulla strage di Bologna, come su tutte le stragi e gli eventi drammatici avvenuti nel nostro Paese, non può dirsi Stato. Penso alla verità sulla trattativa Stato-mafia, penso a quella sulla morte di Giulio Regeni. Serve la consapevolezza che solo facendo luce su tutto possiamo costruire un percorso sano. Anche per questo - ha aggiunto - d'accordo con l'Associazione dei familiari delle vittime della Strage di Bologna e con il loro presidente Paolo Bolognesi, abbiamo deciso di organizzare una riunione operativa a Montecitorio per decidere insieme che percorso intraprendere in questa fase. Il mio impegno sarà totale. La ricerca della verità è un qualcosa che dobbiamo a chi ha perso i propri cari, ma anche a tutti noi, al senso di comunità che ci unisce. Perché la verità è un bene comune e un patrimonio di tutti, e uno Stato si regge anche sull'informazione e sulla conoscenza della propria storia. Voglio - ha concluso - rivolgere ancora un pensiero a Bologna, a questa città splendida che in questi anni ha saputo reagire in modo esemplare".